News

22/06/2016 - Elenco ammessi esami avvocato 2016

Elenco Ammessi alle prove orali Esami Avvocato sessione 2015

Elenco ammessi Esami Avvocato 2016

19/05/2016 - 20/05/2016 - Lectio Magistralis del Primo Presidente della Corte di Cassazione, dott. Giovanni Canzio

"Il diritto penale fra Corti nazionali ed europee" è il tema della Lectio Magistralis che sarà tenuta del Dott. Giovanni Canzio, Primo P... [ Leggi tutto ]

Locandina

07/03/2016 - Protocollo PCT a Salerno

Il 23 febbraio 2016 è stato Siglato il Protocollo sul Processo Civile Telematico tra il Presidente del Tribunale di Salerno, dr. Giovanni Penta... [ Leggi tutto ]

Protocollo PCT rettificato

01/03/2016 - Tribunale di Salerno - aula Parrilli - Martedì 8 marzo 2016 ore 16,30 - Presentazione dei libri di Ettore Randazzo "L'avvocato e la verità" e "Doppio inganno"

Martedì 8 marzo 2016, ore 16,30, presso il Tribunale di Salerno, aula Parrilli, vi sarà la presentazione di due libri scritti da Ettore ... [ Leggi tutto ]

ManifRandazzo

01/03/2016 - Protocolli Comitato Pari Opportunità presso il Consiglio Giudiziario della Corte di Appello

Pubblichiamo i protocolli del Comitato pari opportunità del Consiglio Giudiziario presso la Corte di Appello di Salerno sul riconoscimento del ... [ Leggi tutto ]

protocollo CPO sul legittimo impedimento
protocollo su violenza di genere

News dal mondo del diritto

  • 25/05/2016 - Ordinanza emessa in data 20 maggio 2016 dalla Corte di Appello di Salerno (Pres. Tringali - rel. Pellegrino)in tema di revoca della pena accessoria dell'interdizione dai pubblici uffici

  • 24/04/2016 - Sentenza Cassazione Penale, Sezioni Unite n. 13681, ud. del 25/02/2016, dep. il 06/04/2016 (Pres. Canzio, Rel. Blaiotta) in tema di non punibilità per particolare tenuità del fatto ex art. 131 bis c.p.

  • 15/04/2016 - Sentenza n. 623/2016, emessa dalla Corte di Appello di Salerno - sezione penale il 18 marzo 2016 in tema di depenalizzazione e prescrizione (Pres. estens. Dott. Pellegrino)

  • 15/04/2016 - Cassazione penale, sez. III, 25/10/1996, n. 10238 - Estinzione del reato e prescrizione; Sentenza Corte di Appello di Salerno, 18/03/2016, dep. contestualmente, n. 623/2016 (ricerca e redazione a cura della dott. Rita Guerra)

  • 07/04/2016 - Circostanze del reato - Suggestione di folla in tumulto - Sentenza n. 469/2016, emessa dalla Corte di Appello in data 01/03/2016 (Pres. Tringali - Estens. Pellegrino)
News dallo spazio europeo di libertà, sicurezza e giustizia -
a cura dell'Osservatorio www.slsg.unisa.it

04/07/2016 - Sentenza della Corte di giustizia del 9 giugno 2016 - interpretazione e traduzione - procedimento speciale nazionale

La Corte di giustizia precisa che la direttiva 2010/64/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 20 ottobre 2010, sul diritto all’interpretazione e alla traduzione nei procedimenti penali, non si applica ad un procedimento speciale nazionale con il quale il giudice di uno Stato membro riconosce una decisione giudiziaria definitiva pronunciata da un organo giurisdizionale di un altro Stato membro che ha condannato una persona per la commissione di un reato. A tal proposito, la decisione quadro 2009/315/GAI del Consiglio relativa all’organizzazione e al contenuto degli scambi fra gli Stati membri di informazioni estratte dal casellario giudiziario, nonché la decisione 2009/316/GAI del Consiglio, che istituisce il sistema europeo di informazione sui casellari giudiziari (ECRIS), devono essere interpretate nel senso che ostano all’attuazione di una normativa nazionale che istituisce un siffatto procedimento speciale.

Testo integrale della sentenza

03/07/2016 - Sentenza della Corte di giustizia del 16 giugno 2016 - competenza giurisdizionale - luogo dove è sorto il danno

Alla luce delle disposizioni contenute nell’articolo 5, punto 3, del regolamento (CE) n. 44/2001, la Corte di giustizia afferma che in caso di danno consistente esclusivamente in una perdita economica realizzatasi direttamente sul conto bancario dell’attore e direttamente derivante da un atto illecito commesso in un altro Stato membro, il «luogo in cui l’evento dannoso è avvenuto» non può considerarsi il luogo situato in uno Stato membro nel quale è sorto il danno. Inoltre, nel verificare la competenza giurisdizionale, il giudice adito deve «valutare tutti gli elementi a sua disposizione, comprese, eventualmente, le contestazioni sollevate dal convenuto».

Testo integrale della sentenza

03/07/2016 - Sentenza della Corte di giustizia del 14 giugno 2016 - cittadini europei - discriminazione

Nel respingere il ricorso della Commissione europea, la Corte ritiene che legittimamente il Regno Unito possa imporre il requisito della regolarità del soggiorno, ulteriore rispetto al solo requisito della residenza abituale previsto dal regolamento sul coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale al fine di conferire ai cittadini di altri Stati membri assegni familiari e crediti d’imposta per i figli a carico. Nonostante tale condizione possa essere considerata quale discriminazione indiretta, tale interpretazione appare giustificata dalla necessità di proteggere le finanze dello Stato membro ospitante.

Testo integrale della sentenza